QUANTI SOLDI SERVONO PER VIVERE DI TRADING?

blur-business-chart-69760

Se sei appassionato di trading o hai fantasticato almeno una volta di lavorare con il tuo PC da una spiaggia caraibica, sono sicuro al 100% che ti sei fatto almeno una volta questa domanda.

Quanti soldi servono per vivere di trading?

Siccome ne ho sentite di tutti i colori e mi sono letteralmente rotto le palle di tutte le cazzate che si sentono in giro voglio dirti finalmente come stanno le cose per davvero.

Basta cazzate.

Basta.

No… se pensi che bastino 10 o 20 mila euro per vivere di trading ti sbagli di grosso.

Se vuoi vivere solo ed esclusivamente delle tue operazioni finanziarie il capitale necessario sarà molto più grosso.

Qui si parla di numeri reali basati su casi reali e non di fantascienza.

Quindi prima di vedere esattamente la disponibilità necessaria è necessario fare dei ragionamenti insieme.

30 mila euro?

50 mila?

100 mila?

500 mila?

In realtà non è una somma fissa… dipende da persona a persona in base alle proprie abitudini di spesa e altre caratteristiche.

Quindi prima di vedere esattamente la disponibilità necessaria è necessario fare dei ragionamenti insieme.

 

 

Punto primo: Di quanti soldi hai bisogno per vivere?

Quanti soldi ti servono per coprire le spese più eventuali sfizi?

Questo è un parametro fondamentale per capire quanti soldi servono per vivere di trading.

Se hai uno stile di vita semplice tendente al minimalismo e spendi poco allora il tuo capitale necessario sarà nettamente più basso rispetto ad una persona che ha uno stile di vita alla Dan Bilzerian.

Praticamente meno bisogni hai e più sei libero.

Questo è il mio mantra personale e la mia regola principale di vita.

Ecco tanto precisare nuovamente questo argomento… Nemmeno se vivi a pane e acqua potrai vivere di trading con 20 mila euro mettitela via 🙂

Il primo step che ti consiglio di fare è quello di calcolare in modo più o meno preciso a quanto ammontano le tue spese mensili.

Poi moltiplicale per 12 per ottenere un “preventivo” di spesa annua.

Se non hai la minima idea di quanto spendi forse è il caso che tu inizi a tenere traccia delle tue spese personali e familiari, magari aggiungendo anche un bilancio personale di attivi e passivi.

Una volta che hai fatto questo calcolo matematico possiamo passare alla seconda fase.

 

 

Punto secondo: Quanto pensi di guadagnare facendo trading?

Oltre il 99% delle persone con cui parlo vede il trading in modo fantascientifico.

Cosa intendo?

Semplicemente non sa minimamente quello che dice.

Sappilo…Un trader molto bravo guadagna mediamente il 50% del suo conto di trading ogni anno.

Sto parlando di un trader molto bravo… ben sopra la media

Infatti la maggior parte dei trader professionisti sono ben sotto questa percentuale di guadagno… e raramente superano il 30/40% annuo medio.

Ma è proprio qui che sorge il vero e grande problema di questa “professione”.

Forse è meglio se inizi a preoccuparti.

I guadagni del trading non sono lineari.

Cosa significa?

Che per esempio potresti passare 8 o anche 10 mesi senza guadagnare nemmeno un centesimo… per poi guadagnare tutto negli ultimi mesi dell’anno.

Oppure potrebbe capitare che in un anno non si presenti nemmeno un opportunità e tu non guadagni niente.

Fa parte del gioco.

Un trader non guadagna ogni mese una somma fissa.

Un trader non guarda il suo conto corrente il 10 del mese e ci trova un bell’accredito in stile stipendio.

Questa cosa va messa in conto prima di prendere in considerazione una carriera di questo tipo.

Proprio per questo motivo è necessaria una gestione delle proprie spese quasi maniacale per riuscire a gestire uno stile di vita di questo tipo.

 

 

Punto terzo: Tiriamo le somme

Se hai fatto i conti fatti bene e hai calcolato il tuo “preventivo” di spesa annuale allora il calcolo a questo punto è molto facile.

Ad esempio se le tue spese mensili sono di 2000 euro al mese e quindi (arrotondando) di 25.000 euro annui il calcolo da fare è il seguente, ipotizzando di guadagnare il 30% medio annuo.

25.000 x 100 / 30 = 83.000 euro

Però ti stai dimenticando una cosa.

Di cosa?

Ovviamente le tasse sui guadagni finanziari che finché vivi in Italia ammontano ad un magnifico 26%.

Calcolando le tasse più la “variabilità dei rendimenti” devi almeno raddoppiare la somma necessaria.

Sto esagerando?

No credimi… sono anche troppo poco prudente.

Questo ti da la tranquillità di avere la tranquillità di vivere serenamente nonostante eventuali momenti sfavorevoli dei mercati e mancanza di opportunità.

Quindi se guadagni mediamente il 30% annuo e hai spese di circa 2.000 euro al mese avrai bisogno di circa 160.000 euro.

Ovviamente si tratta di un calcolo approssimativo che ho voluto fare solo per mettere le cose in chiaro.

Quindi se senti qualcuno che si vanta di “vivere di trading” con un capitale ridicolo ora hai le conoscenze necessarie per capire che sta sparando una valanga di cazzate.

 

 

Conclusione

Se ci sei rimasto male non ti nascondo che sono realmente dispiaciuto per te.

Ma è inutile illudersi inutilmente.

Io sono per la verità sempre e comunque quindi è giusto che tu sappia le cose come stanno.

Vivere di trading non è per tutti.

Come hai potuto vedere il capitale necessario è elevato e le competenze che hai bisogno di sviluppare sono molto evolute e complesse.

Non voglio però che tu ti arrenda, continua a seguirmi su questo blog per capire come puoi veramente vivere di trading.

Certo fare trading ha anche tanti aspetti positivi… senno perché lo faccio?

La possibilità di vivere ovunque nel mondo.

La possibilità di stare con le persone che ami.

La possibilità di guadagnare grosse somme di denaro con meno di 20 minuti ogni giorno.

 

Anche oggi siamo arrivati alla fine di questa piccola lezione.

Se l’articolo ti è piaciuto ti invito a condividerlo con più persone possibili 🙂

Prima di salutarti ricordati solo una cosa:

Trading = libertà

Ovviamente solo se sai come fare 🙂

A presto.

 

beach-vibes-2020-4-e1558519409699.png
Clicca sull’immagine, leggi l’offerta a te dedicata e compila i campi che troverai con i tuoi dati di contatto per riservare uno degli ultimi posti.

 

 

 

 

 

 

 

 

4 pensieri riguardo “QUANTI SOLDI SERVONO PER VIVERE DI TRADING?

  1. Ciao Giorgio.
    Io sono una persona che vive di trading e posso solo confermare alla lettera le tue affermazioni. Personalmente considero la regola del 1:10 tra spese annue e capitale per trading. 25 mila euro di spese annue significano 250 mila euro di capitale investito.

    Tutto il resto son cavolate

    "Mi piace"

    1. Grazie Davide per il tuo sostegno!!!
      Per fortuna che c’è gente seria come te in giro… ricevo ogni giorno segnalazioni di gente che “vive di trading” con 20.000 euro che è una cosa impossibile e nel 99.99% dei casi sono truffatori.

      Te che tipo di trader sei?

      "Mi piace"

      1. Lavoro su timeframes lunghi, dal giornaliero in su. Considero il money management di importanza superiore rispetto agli indicatori. Utilizzo sia etc/etf sia una parte con leva finanziaria.

        Ti faccio i migliori complimenti per il sito e per le idee che divulghi.

        Ciao
        Davide

        "Mi piace"

      2. Operiamo entrambi Long term buono a sapersi… siamo sulla strada giusta 🙂

        Comunque grazie mille di tutto e del tuo intervento che mi ha fatto molto piacere e in bocca al lupo per questo anno di trading 🙂

        A presto

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...